VISIONE TEOLOGICA FRANCESCANA

Obiettivi

La proposta teologica dei maestri francescani tra XIII e XIV secolo non si presenta, a differenza della scuola domenicana, come omogenea e univoca. L’ambiguità del rapporto di Francesco con gli studi, tra diffidenza per le lettere e venerazione dei teologi, segna inevitabilmente l’approccio dell’Ordine alla teologia. Il corso si propone di ripercorrere i principali temi che segnarono il pensiero teologico minoritico impegnato in una libera rielaborazione della tradizione agostiniana e da prudenti aperture al pensiero aristotelico. La sintesi sapienziale di Bonaventura a Parigi e quella linguistica-scientifica di Bacone a Oxford costituiscono le due polarità intorno alle quali si concentrarono le produzioni successive, fino alle accentuazioni di Duns Scoto e gli estremismi di Ockam. Dallo studio degli autori è possibile individuare più che un “metodo” della scuola francescana, un “atteggiamento”: la capacità di procedere nel pensiero con l’et-et, coniugando razionalità e amore, essere e libertà. Quali provocazioni questo modo di percepire il mistero di Dio, dell’uomo e del mondo consegna al pensiero contemporaneo è affidato alle conclusioni delle lezioni.

Il corso si svolgerà in forma tutoriale-seminariale attraverso una sintetica presentazione da parte del docente degli argomenti e della bibliografia utili agli approfondimenti degli studenti.

Contenuti

  1. La teologia del XII secolo: le scuole monastiche e cittadine, le summe e le sentenze
  2. La teologia del XIII secolo: le università e la scoperta di Aristotele in Occidente
  3. Francesco, gli studi e l’Ordine
  4. Antonio da Padova, i maestri di Parigi e di Oxford: la teologia come scienza
  5. La sintesi sapienziale di Bonaventura da Bagnoregio
  6. I teologi post-bonaventuriani: la funzione pratica della teologia
  7. Giovanni Duns Scoto e Guglielmo di Ockam: la fine dell’unità del sapere cristiano
  8. Provocazioni gnoseologico-ontologiche ed etico-sociali della teologia francescana per il pensiero contemporaneo

Bibliografia

Maranesi P. (a cura di), Teologia francescana? Indagine storica e prospettive odierne di una questione aperta, Cittadella, Assisi, 2009

Sileo L., I primi maestri francescani di Parigi e di Oxford, in Storia della teologia nel Medioevo, II, a cura di G. D’Onofrio, Piemme, Casale Monferrato, 1996, 645-698

Putallaz F. X., Figure francescane alla fine del XIII secolo, Jaca Book, Milano, 1996

Chenu M. D., La Teologia nel XII secolo, Jaca Book, Milano, 1986

E. Bianchi – E. Randi, Le verità dissonanti. Aristotele alla fine del Medioevo, Laterza, Bari, 1990

Bertazzo L., Saggio di bibliografia antoniana (1994-1997). VIII Centenario della nascita (1195-1995). 50° anniversario del titolo di Dottore della Chiesa (1946-1996), in Il Santo 8 (1998) 99-145

“Vite” e vita di Antonio di Padova. Atti del Convegno internazionale sulla agiografia antoniana. Padova 29 maggio – 1 giugno 1995, a cura di L. Bertazzo (Centro Studi Antoniani, 25), Padova, Centro Studi Antoniani, 1997

Bonaventura da Bagnoregio, Itinerario della mente a Dio, traduzione e introduzione di P. Maranesi, Piemme, Casale Monferrato 1998

Maranesi P., Il processo sapienziale bonaventuriano, in Doctor Seraphicus 45 (1998) 39-75

  1. Todisco, Giovanni Duns Scoto: filosofo della libertà, EMP, Padova 1996
  2. Todisco, Gugliemo d’Ockam: filosofo della contingenza, EMP, Padova 1998
  3. Todisco, Lo stupore della ragione. Il pensare francescano e la filosofia moderna, EMP, Padova 2004, 2° ediz. 2009
  4. Todisco, Il dono dell’essere. Sentieri inesplorati del medioevo francescano, EMP, Padova 2006
  5. Todisco, La libertà creativa. La modernità del pensare francescano, EMP, Padova 2010.

Prof. ssa Katia Roncalli, sfa